• Per info e prenotazioni Tel. +39 0332 667257
  • Il Porticciolo Hotel - via Fortino, 40 - 21014 Laveno Mombello (VA)
  • info@ilporticciolo.com - Fax +39 0332 666753

Il Corriere del Ticino: Nell'Olimpo degli chef

La cucina del Verbano agli onori grazie a Riccardo Bassetti di Laveno Mombello.

Nell'Olimpo degli chef.

Il titolare del "Porticciolo" selezionato da Enzo Vizzari del settimanale "l'Espresso" fra i 12 migliori ristoranti emergenti Oltreconfine.

La passerella della fama si sposa con il gusto anche sul Verbano. Lo ha decretato Enzo Vizzari, direttore della guida dei ristoranti per il settimanale italiano "l'Espresso" che nel manuale in distribuzione da ottobre segnala come chef emergente un ristoratore di Laveno Mombello, in provincia di Varese, Riccardo Bassetti - 
questo il nome del promettente maestro di cucina, accomunato ad altre undici speranze del buon gusto in tavola - gestisce oggi l'hotel-ristorante di famiglia, il "Porticciolo", meta conosciuta e apprezzata anche da numerosi gourmet ticinesi. Riccardo appartiene a quella generazione di trenta-quarantenni che Vizzari ha scovato lungo la Penisola e che stanno interpretando la creatività in cucina unendo le tradizioni e i gusti locali con le migliori tendenze mondiali.

Bassetti miscela i sapori del proprio territorio, quelli di lago e di mare, con le innovazioni di provenienza francese e giapponese. Trentun anni, una laurea in Scienze turistiche allo Iulm di Milano, Riccardo è figlio d'arte. La madre è stata sommelier e maître, il padre, il "re" del risotto, una famiglia che ha rappresentato il rispetto delle tradizioni; Riccardo vi ha aggiunto il tocco dell'innovazione. La gavetta dietro i fornelli, inizia proprio in famiglia. Poi Bassetti jr. coglie la ruota della propria fortuna quando, quattro anni fa, viene segnalato per la sua inventiva alla proprietà dell'"Atelier" che sugli Champs Elysées è un "must" della raffinatezza. Nella capitale dell'Exagone, il giovane trascorre un anno, dodici mesi di lavoro duro, turni lunghissimi che sono molto più di un apprendistato, sono una vera e propria scuola di vita, che consentono al giovane lavenese di mettere in mostra tutta la propria vulcanica e raffinata creatività al tempo stesso apprendendo i segreti e le furbizie della cucina francese.

Una volta tornato in Italia Riccardo si dedica a creare il nuovo gusto chiamato a sposare la praticità della cucina del lago con la ricetta di nuove emozioni per il palato proprie della ricercatezza francese, non dimenticando i sapori che emergono dalla cultura culinaria giapponese.

È questo mélange di profumi che appassiona Vizzari che inserisce Bassetti jr. nella ristretta cerchia delle promesse della cucina italiana raggiungendo al tempo stesso un doppio obiettivo: promozionare il Verbano
ma anche rivalutare la presenza lombarda nell'Olimpo degli chef di grido. E per chi volesse toccare con mano la signorilità del gusto maestro, un piatto da mangiare anche con gli occhi: branzino al dragoncello e rafano.

M.S.

 

riproduzione riservata Il Corriere del Ticino

Arrivo
Partenza
Adulti